Follow us on Twitter Subscribe to our RSS feed

7.5.2015 PRIMO INCONTRO  TRA L’ON. SOTTOSEGRETARIO COSIMO FERRI ALLA GIUSTIZIA  E I GARANTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA DELLE REGIONI, SEDI DEGLI ISTITUTI PENITENZIARI.

 SI E’ SVOLTO L’INCONTRO TRA IL  SOTTOSEGRETARIO ALLA GIUSTIZIA COSIMO FERRI E I GARANTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA DELLE REGIONI, SEDI DEGLI ISTITUTI PENITENZIARI. ALL’ODG LA TUTELA DEI DIRITTI RICONOSCIUTI AI MINORI IN CARCERE  DALLE REGOLE DELL’AVANA, DALLA CONVENZIONE DI NEW YORK SUI DIRITTI DEL FANCIULLO,DALL’ART.26 DELLE REGOLE DI PECHINO.

IL SOTTOSEGRETARIO FERRI NEL PORGERE IL SUO SALUTO AI GARANTI DELL’INFANZIA E DELLE PERSONE IN RESTRIZIONE CON DELEGA AI MINORI INTERVENUTI HA RICORDATO COME L’ITALIA GARANTISCA   UN  SISTEMA GIUSTIZIA  A MISURA DI MINORE CONFORME  ALLA  LINEE GUIDA ASSUNTE DAL COMITATO DEI MINISTRI DEL CONSIGLIO D’EUROPA NEL 2010 CHE COMPRENDONO ANCHE LA PARTE DEL VISSUTO DEI MINORI IN CARCERE.

 NEI LORO INTEREVENTI I GARANTI PRESENTI HANNO RAPPRESENTATO  I DATI  E LA CONDIZIONE DEI MINORI  NELLE CARCERI DELLE LORO REGIONI. DALL’ESAME DEI DATI FORNITI E’ EMERSO CHE I MINORI PRESENTI NEGLI ISTITUTI PENALI PER MINORENNI SONO DISLOCATI SENZA GRANDI DIVARI TRA NORD E SUD.

I GARANTI NEI DIVERSI INTERVENTI NON HANNO MANACTO DI SEGNALARE CHE AI MINORI NELLE CARCERI COMPATIBILMENTE CON IL LORO STATO DETENTIVO VANNO GARANTITI I DIRITTI SPETTANTI AD OGNI FANCIULLO: QUELLO AD ESSERE ASCOLTATO,A COMPRENDERE L’ANGIURIDICITA’ DEI PROPRI ERRORI E LE REAZIONI CHE L’ORDINAMENTO COMMINA,IL DIRITTO ALLA EDUCAZIONE CHE CONSENTA LA RIABILITAZIONE AD UNA VITA MEDIA IN UNA SOCIETA’ CIVILE ED AD UN PERCORSO  VERSO UNA VITA LAVORATIVA FUORI DAL CARCERE.

E’ STATO SOTTOLINEATO CHE IL RUOLO DI CONTATTO DIALETTICO E DI ASCOLTO ALLE ESIGENZE MINORILI GARANTITO DAGLI ATTORI DEL SISTEMA  NON E’ SPESSO SUFFICIENTE

MOLTO INTERESSANTE E’ STATO GIUDICATO IL METODO AMERICANO  ONE TO ONE IDEATO   DA MRS MATILDA CUOMO CHE AFFIANCA UN MENTORING AL MINORE PER UN’OPERA DI  RECUPERO DELLA  AUTOSTIMA E DI  FIDUCIA NEL FUTURO.

IL METODO E’ STATO  ILLUSTRATO DAL DOTT SERGIO CUOMO,PRESIDENTE DI MENTORING USA-ITALIA

ALL’INCONTRO SONO STATI PRESENTI LA PRESIDENTE PALMA GUARNIER CAPODIPARTIMENTO DELLA GISTIZIA MINORILE DEL MINISTERO DI GRAZIE E GIUSTIZIA AFFIANCATA DAI GIUDICI FRANCESCA STILLA E CARLO VILLANI DEL DIPARTIEMENTO G. MINORILE CHE HANNO VALUTATO MOLTO POSITIVAMENTE IL METODO MENTORING  ONE TO ONE PER UNA APPLICAZIONE NELL’AMBITO DEL CIRCUITO ESTERNO DELLA MESSA IN PROVA