Follow us on Twitter Subscribe to our RSS feed

LOC.10.6.15

 

GIUSTIZIA: Cerimonia premiazione Progetto CIAK processo simulato - CZ 10/06/2015 ore 11:00

COMUNICATO STAMPA

 

Si svolgerà mercoledì 10 giugno alle ore 11:00, presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale di Catanzaro, alla presenza di Carlo Villani, magistrato in servizio a Roma presso il Ministero della Giustizia, la cerimonia di premiazione dei migliori lavori multimediali prodotti dalle scuole partecipanti al progetto di educazione alla legalità denominato “CIAK: un processo simulato... per evitare un vero processo” promosso dal Centro Calabrese di Solidarietà di Catanzaro, finanziato dalla Fondazione Carical, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria, il Tribunale Minorenni di Catanzaro, la Procura della Repubblica presso il T.M. di Catanzaro, il Centro Giustizia Minorile Calabria e Basilicata, il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria.

 Oltre ai premi destinati alle scuole, saranno consegnati premi individuali per le migliori interpretazioni degli studenti, alla presenza di S.E. Luisa Latella (prefetto di Catanzaro), On.le Marilina Intrieri (garante infanzia), Diego Bouchè (direttore generale USR),  Luciano Trovato (presidente T.M. Catanzaro), Beniamino Calabrese (procuratore della Repubblica c/o T.M. Catanzaro), Mimmo Battaglia (presidente CEIS), Maria Gemmabella (direttore CGM) e Mario Bozzo (presidente Fondazione Carical).

Il progetto, svoltosi in un ciclo di 14 giornate presso la Cittadella giudiziaria minorile di Catanzaro oltre a incontri di formazione direttamente presso gli istituti scolastici, ha coinvolto 27 diverse scuole calabresi delle province di Catanzaro, Cosenza, Crotone e Vibo Valentia (ricadenti nel distretto di competenza giudiziaria minorile di Catanzaro) e circa 1.300 studenti. L’iniziativa ha riscosso grande apprezzamento dalla scuola, dimostrato non solo dal numero dei partecipanti ma anche dal giudizio dei docenti, con una significativa ricaduta sull’opinione pubblica, aprendo le aule di giustizia alla società e alla scuola, consentendo la valorizzazione delle risorse insite negli adolescenti e la consapevolezza della utilità/necessità di operare sinergicamente col territorio e, in primo luogo, con la scuola.

 

E’ particolarmente gradita la presenza della S.V.

 

Cordiali saluti.

 

trasmette Massimo Martelli

(per delega del Presidente del Tribunale Minorenni di Catanzaro)