Follow us on Twitter Subscribe to our RSS feed

garante

Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Regione Calabria

Il Garante

 

Prot. 375                                                             Reggio Calabria 27.7.2015 

 

 

On. Presidente della Regione Calabria 

Commissario per il piano di rientro in sanità Regione Calabria

Direttore Generale tutela salute Regione Calabria

Prefetto coordinatore Catanzaro

                                                                                                                                                          Prefetto di Crotone 

Procuratore della Repubblica  presso il Tribunale di Crotone

Questore di Crotone

   Ente Gestore   del CARA Isola  C.Rizzuto(KR)-Misericordia 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ,

Piazza del Popolo n°1

88841  Isola Capo Rizzuto(KR)

 e  p.c.  On. Presidente Commissione parlamentare di inchiesta sui campi di accoglienza

On Presidente Commissione diritti umani Senato Repubblica

Garante nazionale dell’infanzia e dell’adolescenza 

Onn. Deputati e Senatori Circoscrizione Calabria

On. Presidente  del Consiglio Regionale della Calabria

Onn Consiglieri regionali della Calabria  

Oggetto: Richiesta dei dati identificativi dei minori e delle donne in gravidanza presenti presso il CARA  di Isola Capo  Rizzuto. Attività di  vigilanza  ex art.2 L.R n 28/2004.  

Con la presente si sollecita l’ Ente gestore “Misericordia” a trasmettere gli elenchi d e i minori e  donne in gravidanza presenti al CARA  di Isola Capo  Rizzuto.

Io scrivente Garante è figura istituzionale della Regione Calabria con   compiti derivanti da obblighi internazionali finalizzati alla realizzazione di precetti  giuridici costituzionali che non tollerano ritardi o impedimenti.

Tra i compiti,ex art.2 L.R. n 28/2004, questo Garante, (che non è sottoposto ad alcun controllo gerarchico e funzionale) vi è la vigilanza sull’assistenza prestata ai minori in istituti,strutture e  ambienti, comunque, esterni alla famiglia  e gli  interventi di accoglienza e inserimento del minore straniero non accompagnato,nonchè la segnalazione alle pubbliche amministrazioni di fattori di rischio e/o  danno per situazioni ambientali carenti dal punto di vista igienico-sanitario, abitativo, urbanistico.

Circa il parere del Garante della Privacy di non ostensibilità dei dati (che ha condiviso la valutazione del  dipartimento libertà civili del Ministero dell’Interno -all A) si segnala che esso  non tiene  conto, con motivazioni superficiali e inconsistenti, della natura  istituzionale di questa  Autorità di Garanzia   regionale  che, nel passato, ha riscontrato con propri consulenti   gravi irregolarità presso il CARA di Isola Capo Rizzuto, prontamente segnalate alle Autorità competenti (mancata o tardiva vaccinazione minorile, condizioni igienico-sanitarie precarie, promiscuità negli alloggi etc.). 

Si invita l’Ente gestore “Misericordia” di I.C. Rizzuto   a non ritardare oltre gli atti dovuti.

In ogni caso, nelle more, con la presente si sollecita e diffida la “Misericordia”di I.C. Rizzuto , n.q. di ente gestore, a dar seguito alla nota del prefetto di Crotone -prot. n.0025700 del 29.12.214- trasmettendo entro sette giorni dalla ricezione della presente gli elenchi dei soli numeri di identificazione impressi sui tesserini dei minori e donne in gravidanza ospiti del CARA, senza l’indicazione dati nominativi, (non potendo rappresentare atto contrario alla privacy dei soggetti interessati). 

Tanto si rende necessario per consentire a questa Autority di monitorare costantemente il rispetto o la violazione di diritti umani fondamentali , avendo piena contezza dei soggetti ivi presenti.  

 

Il Garante della Privacy nulla eccepisce in merito ad elenchi non nominativi contrassegnati  dai numeri di identificazione impressi sui tesserini, anzi nel parere espressamente richiama che “restano naturalmente ferme le funzioni volte ad assicurare la piena attuazione dei diritti e degli interessi dei minori affidate al Garante per l’infanzia ed adolescenza della Calabria”. 

 

Si preavverte  la “ Misericordia” che l’ ulteriore inottemperanza alla presente richiesta comporterà   impedimento all’esercizio di doveri di vigilanza che il  Legislatore regionale ha assegnato  all’ Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza per  cui  sarà chiamata a risponderne nelle competenti sedi.

Si allega All A.

                                                                                           F.to On. M. Intrieri

 

All-A-1

All-A-2

All-A-3

All-A-4

All-A-5

All-A-6

All-A-7

All-A-8

All-A-9

 

All-A-10