Follow us on Twitter Subscribe to our RSS feed

garante

Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Regione Calabria

------------

Il Garante

 

Prot.481                                         Reggio Calabria 15.09.2015

                                                                                                                                                       On. Ministro della P.I.

On.Pre3sidente regione Calabria

On. Assessore al  welfare e P.I. Regione Calabria     Sindaco Comune di Bianco

Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale  Calabria

Direttore Generale tutela della salute regione Calabria

Dirigente scolastico Istituto Comprensivo M.Macri di Bianco(RC)

  Commissario ASP Reggio di Calabria

Comando dei Vigili del fuoco  Reggio di Calabria

     p.c. On. Presidente del Consiglio regionale della Calabria Garante nazionale infanzia ed adolescenza

 

 

 

Oggetto: Segnalazione su composizione classi di prima media presso l’istituto Comprensivo “Macrì” di Bianco(RC) in contrasto con nota MIUR n. 6753 del 27/2/2015 e DPR n.81/2009- L.23/1996.

 Richiesta chiarimenti stato dei fatti ed azioni correttive di violazione diritti minorili

Si fa seguito alla segnalazione pervenuta a questa Autorità dai genitori  di un   minore  iscritto per il  corrente anno  scolastico 2015-2016 alla  1° media dell’Istituto Comprensivo “Macri” di Bianco(RC), con orario ordinario di 30 ore settimanali.

Nella segnalazione  si evidenzia che presso l’Istituto dell’Istituto Comprensivo “Macri” di Bianco(RC)sono state istituite n. 3 classi di prima media così composte:

-            1 classe di 36 ore formata da 15 alunni, compreso un diversamente abile,

-            1 classe di 36 ore formata da 17 alunni;

-            1 classe di 30 ore formata da 34 alunni, sembrerebbe, di fatto, composta da 32 alunni.

 

 

I genitori, peraltro segnalano che dette classi risultano avere una cubatura non adeguata al numero di alunni chiamata ad accogliere e che il refettorio non risulterebbe autorizzato dalla ASP di Reggio Calabria.

E’ evidente che, qualora quanto asserito nella segnalazione corrispondesse, a tutt’oggi, allo stato dei fatti si sarebbe in presenza di una molteplice violazione della normativa (nota MIUR n. 6753 del 27/2/2015 e DPR n.81/2009, L.23/1996 e ss. mod.) in materia concernente gli spazi e la costituzione di classi con un numero eccessivo di alunni nonché alle indicazioni ministeriali che regolamentano la formazione delle stesse ispirandosi ai criteri di omogeneità e di divieto di squilibri numerici. Ferme restando le violazioni sanitarie in tema di autorizzazioni delle ASP di appartenenza

Evidente che oltre al comportamento contra ius la corrispondenza dei fatti sopra descritti alla realtà costituirebbe, altresì, una grave lesione dei diritti all’istruzione, alla salute ed alla sana crescita psicofisica dei minori coinvolti.

Per quanto sopra esposto si chiede di essere informati sullo stato dei fatti, sulle motivazioni e criteri sottesi alla formazione delle classi e sulle azioni correttive intraprese o in previsione.

Si chiede al Sindaco di Bianco ed alla ASP di Reggio Calabria di essere informati sull’agibilità del locale  uso  refettorio.

                                                              F.to On. Marilina Intrieri