Follow us on Twitter Subscribe to our RSS feed

garante

Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Regione Calabria

------------

Il Garante

Prot 309                                                                                                    Reggio Calabria 18.06. 2015

On. Presidente della Regione Calabria

On. Presidente Consiglio regionale della Calabria

Direttore Generale tutela della  salute Regione Calabria

 Commissario straordinario della Azienda Sanitaria Provinciale  di  Reggio Calabria

Sindaco di Locri

Prefetto di Reggio Calabria

 

                                                                                                                                                                       

 

Oggetto: Alimenti speciali a minore non autonomo R. N. nato a  Locri il  17.12.1998 da parte dell’ASP di Reggio Calabria. Piano terapeutico del minore e garanzia di continuità nella consegna degli alimenti.

 

 

Si fa riferimento alla segnalazione di questa Autorità Garante  del 20.5.2015 prot. n210 a tutela del minore N.  R. disabile plurimo, affetto da una patologia che non gli consente di masticare e deglutire liquidi,il quale non aveva ricevuto dalla ASP di Reggio Calabria gli alimenti speciali per alimentarsi, con grave pregiudizio per il suo diritto alla vita.

 

Si  prende atto  della consegna dei prodotti  alimentari a  N.  in data 26.5.2015 da parte del responsabile della farmacia del distretto sanitario  di Locri.

 

Da notizie avute parrebbe, però, che  il piano terapeutico  per Nicola, su disposizione della responsabile del NAD,sia  stato predisposto per un solo  trimestre(periodo che di solito si utilizza per i farmaci salvavita e i malati terminali) anziché per un anno col rischio  che N., in  agosto, possa rimanere nuovamente senza alimenti.

A tal fine si chiedono notizie in merito  segnalando sin d’ora  che ogni, eventuale, ritardo nella consegna  degli  alimenti  a N.  da parte dell’ A.S.P.  di Reggio Calabria comporterà inadempienza  dell’obbligo   di assistenza dovuta a minore, con gravi conseguenze anche in ambito amministrativo.

 

A  tal fine si chiede all’ A.S.P. di Reggio Calabria di voler adottare per  tempo tutti i provvedimenti necessari per la regolare   consegna a N. degli alimenti speciali alla scadenza dei tre mesi,al fine di  non esporlo  a rischi evidenti per la sua vita e garantirgli  i diritti  riconosciuti  dal nostro ordinamento e dalla ratifica della Convenzione di New York del 1989 sui diritti del fanciullo.

 

Diversamente, si comunica sin d’ora, che qualsiasi pregiudizio minorile dovesse derivare da ritardi e/o omissioni in danno dei diritti fondamentali  di N. sarà imputabile (non solo ai fini risarcitori) al soggetto/i istituzionale/i che avrà/nno generato il ritardo e/o l’omissione dell’esecuzione (e,in tale caso, sarà  necessario procedere ad una valutazione delle attitudini e capacità).

 

Si resta in attesa di urgente riscontro.

                                                                                         F.to  On.  Marilina Intrieri