Follow us on Twitter Subscribe to our RSS feed

garante

Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Regione Calabria

------------

Il Garante

Prot 555                                                                                Reggio Calabria 1.11.2015 

 

                                                                                                                             Spett. Rai 3 Calabria

Agli  Organi di stampa regionali

Ai siti web della Calabria

Ordine giornalisti Calabria

CORECOM

 

                                p.c      Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Reggio

Calabria

Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria

                                         

Violazione di diritti minorili per diffusione di notizie e commenti inerenti  minore di 17 anni  arrestata in Calabria con l’accusa di aver ucciso la madre che le vietava  l’uso del computer 

 

In ordine alle notizie apparse e continuano ad apparire sulla  stampa regionale e diversi siti web concernenti la minore  di 17 anni di Melito (RC) arrestata con l’accusa di aver ucciso la madre che le vietava l’uso del computer

 

SI SEGNALA 

 

  • La violazione del diritto alla privacy della minore;
  • la violazione delle norme concernenti i minori coinvolti in fatti di cronaca;
  • il forte rischio a cui si espone la minore se dovessero continuare  a essere riportate notizie e commenti potenzialmente idonei a scatenare reazioni pericolose  fino a  gesti estremi in grado di compromettere  il suo diritto alla vita; 

 

  • da una lettura d’insieme delle notizi,infatti, sono stati forniti particolari che consentono di identificare la  minorenne (nome e cognome del padre) impedendo il totale anonimato e il silenzio cui  Ella  ha diritto; 

 

  • non si esita a conferire uno stigma sociale forte e indelebile a una minore di 17  anni che si sta misurando con una prova durissima, sotto il profilo psicologico, affettivo, relazionale e personale;

 

  • le notizie non sono rispettose della dignità della minore coinvolta nella  vicenda giudiziaria   nei confronti della quale vale  il  diritto costituzionalmente garantito di presunzione di innocenza fino a condanna definitiva,al pari di  tutti i cittadini italiani;

 

  • alcuni articoli  riportano giudizi sommari espressi in modo superficiale  senza alcun rispetto per  la fanciulla e per quella giustizia child friendly, attenta  alla tutela psicologica del minore e protesa alla riduzione, o attenuazione, di ogni danno che il minore possa patire nelle ipotesi in cui sia coinvolto in un procedimento giudiziario;

 

  • viene offerto ai lettori  un quadro altamente  lesivo della  immagine della fanciulla che, comunque, ostacolerà,  ogni adeguata azione per il suo futuro;

 

  • la Corte costituzionale  ha vincolato i giornalisti (sent. n. 112/1993) al rispetto della dignità umana, dell'ordine pubblico, del buon costume e del libero sviluppo psichico e morale dei minori;
  • la Convenzione di New York sui diritti del fanciullo del 1989 sancisce il divieto di interferenze arbitrarie nella vita dei minori;
  • la L. 122/2004 sancisce è vietata la pubblicazione di elementi che anche indirettamente possano comunque portare alla identificazione dei  minorenni;

 

  • che nella Carta di Treviso, in punto di disciplina, impone al giornalista di non pubblicare elementi che possano condurre all'identificazione dei minori coinvolti in casi di cronaca ( generalità dei genitori, l'indirizzo dell'abitazione o della residenza, la scuola, la parrocchia o il sodalizio frequentati) e prescrive di valutare se la diffusione della notizia giovi  all'interesse del minore;

 

 

SI  INVITANO

 

- la stampa,le  televisioni,i provider ed ogni altro soggetto nel rispetto della carta di Treviso a non  divulgare oltre notizie sulla  minore  di 17 anni  sopra individuata;

 

Con  riserva  di  ogni altro atto presso le Autorità competenti, per il bene e la sicurezza psico-fisica della  minore  di 17 anni  arrestata in Calabria con l’accusa di aver ucciso la madre,  volto a far cessare la diffusione di notizie contrastanti con il suo interesse. 

                                                            F.to   On. Marilina Intrieri 

 

 

Reggio Calabria - palazzo del Consiglio Regionale via Cardinale Portanova

Tel  3347852151–3806454659 - Fax 0965.1812019

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , on.marilinaintrieri@gmail>